Corso di scrittura narrativa – Lo stile narrativo

Ne “Il mestiere di scrivere” John Gardner parlando della scelta del linguaggio dice: «Nonostante esistano delle eccezioni, di norma un buon romanziere non si preoccupa per prima cosa della magnificenza del linguaggio – perlomeno non quella del genere più ostentato e immediatamente evidente – ma, al contrario, si preoccupa di raccontare la trama in modo coinvolgente, facendo ridere o piangere il lettore, o mettendolo in grado di resistere alla suspense, qualunque sia la relazione che quella data storia, raccontata nel migliore dei modi possibile, suscita nel lettore. Leggendo le prime righe di un romanzo davvero buono, cominciamo a dimenticare di stare leggendo delle parole stampate sulla carta. […] Scivoliamo dentro un sogno, dimenticando la stanza nella quale ci troviamo, dimenticando che è ora di mangiare o di andare a lavorare. Ricreiamo, con dei cambiamenti lievi e sostanzialmente irrilevanti, il sogno vivido e ininterrotto concepito dalla mente dello scrittore […] e imprigionato nella lingua in modo tale che altri individui, quando ne sentono il desiderio, possano aprire il suo libro e riviverlo».
Per scegliere lo stile narrativo che vuoi usare devi prima di tutto capire qual è quello che ti viene naturale, che ti è più congeniale. Potrebbe essere adatto alla storia che vuoi raccontare? In caso negativo cerca di definirne uno e prova a scrivere in quel modo. Come ti trovi? Fai fatica o procedi con scioltezza? Se lo vivi come una faticosa forzatura lascia perdere, perché ciò che scrivi sia espressivo, susciti emozioni e coinvolga è importante che la narrazione fluisca spontanea.
Non hai idea di quale potrebbe essere lo stile narrativo più adatto alla tua storia? Sfoglia i romanzi che hai amato di più e lasciati ispirare dai grandi scrittori. Se trovi il modello adatto scegli un brano che lo rappresenti al meglio e trascrivilo a mano su un quaderno. No, tranquillo, non si tratta di copiare pedissequamente lo stile altrui. Scrivendo, anzi trascrivendo a mano, riesci a entrare maggiormente nelle parole, a cogliere l’anima della scrittura. Quando scriverai le tue parole, la tua storia, ti accorgerai che hai assorbito alcune caratteristiche dello stile del tuo modello, mediandole però con qualcosa che appartiene solo a te.

(Photo by Trent Erwin on Unsplash)

Share this Post

Rispondi